marche_jazz

LE MARCHE IN UN’UNICA GRANDE RETE DEL JAZZ
DA GABICCE MARE A PEDASO 40 CONCERTI DI ASSOLUTA’ QUALITA’ NELLE PROVINCE DI PESARO URBINO, ANCONA, MACERATA E FERMO

Un progetto nato nel 2007 diventato autentico riferimento nel panorama nazionale ed internazionale
La grande estate musicale di Marche Jazz Network è ai blocchi di partenza: numerosi e tutti prestigiosi sono infatti gli appuntamenti che la rete culturale regionale ha in programma in quattro province delle Marche.
Ideata nel 2007 da Ancona Jazz, Fano Jazz Network e TAM Tutta un’Altra Musica, cui si è aggiunta nel 2009 l’associazione Musicamdo Jazz, Marche Jazz Network non è una semplice sigla ma un vero e proprio marchio produttivo, frutto di una visione progettuale comune, pur nel rispetto delle singole specificità territoriali e di contenuto. Nell’insieme Marche Jazz Network organizza 180 concerti all’anno, ospitando 1.300 artisti e coinvolgendo circa 80.000 spettatori. Numeri considerevoli che fanno di Marche Jazz Network una realtà nel suo genere unica a livello nazionale.
L’estate 2011 di Marche Jazz Network è entrata nel vivo nel mese di giugno con la nona edizione del Musicamdo Jazz, con il concerto di Enrico Rava con il trio di Alberto Napolioni e la serata finale del XV Premio Internazionale Massimo Urbani, a cui seguiranno la Colour Jazz Orchestra (2 luglio, Macerata), il trio americano Michael Blake - Ben Allison - Hamid Drake (2 luglio, Macerata), Fabrizio Bosso e Javier Girotto (6 luglio, Matelica) ed il quartetto Giornale di Bordo con Antonello Salis, Gavino Murgia, Paolo Angeli e ancora Hamid Drake (16 luglio, Camerino).
Ancona Jazz , in attività sino dal 1974 ininterrottamente, presenta il suo Summer Festival alla Mole Vanvitelliana dal 3 al 10 luglio con la world music di estrazione brasiliana di Cyro Baptista (3), il jazz più interiore di Charles Lloyd (4), la classicità di Jeff Hamilton (5) e la potenza della Colour Jazz Orchestra grazie agli arrangiamenti di Bob Mintzer (8), il recupero della tradizione bandistica con Mirabassi e l’Orchestra Fiati di Ancona (6), la sperimentazione controllata del nostro grande Franco D’Andrea (7), l’attualità del bop con il supergruppo di John Scofield (10), il cantautorato soul e pop di Filippo Tirincanti, voce tra le intriganti del panorama nazionale, coadiuvato da due musicisti del calibro di Luca Mannutza e Fabrizio Bosso (9). Al cartellone si affiancano appuntamenti dopo festival, sempre all'interno della Mole, con giovani e affermati musicisti marchigiani (il 3, 5, 7 e 9 alle 23.30), una masterclass tenuta da Bob Mintzer (la mattina dell'8 luglio), proiezione di filmati e foto riprese durante i concerti di Ancona Jazz, la presentazione del libro "Hear Me Talkin' To Ya" di Nat Shapiro & Nat Hentoff tradotto da Massimo Tarabelli.
Di rilievo anche i concerti organizzati da TAM Tutta un’Altra Musica: Tigran Hamasyan (12 luglio, Monte Urano), Dr. Lonnie Smith (13 luglio, Pedaso), il gruppo MP’s Jazzy Bunch (23 luglio, Monte Urano) e il trio del chitarrista Jim Campilongo (29 luglio, Pedaso), a conferma di un’attenzione per quella musica definita extracolta che dal 1997 caratterizza i cartelloni del TAM e di tutto il territorio della nuova provincia di Fermo.
La XIX edizione di Fano Jazz By The Sea avrà un’anteprima il 21 luglio al Porto di Vallugola, a Gabicce Mare, con il concerto del chitarrista Nguyên Lê. Il Festival ospiterà quindi fino al 30 luglio (al Porto Turistico di Fano - Marina dei Cesari e alla Corte Malatestiana) John McLaughlin, Tom Harrell, Enrico Rava, Trilok Gurtu, la pianista giapponese Hiromi e la coppia Tuck & Patti. Il finale si svolgerà il 31 luglio alla Golena del Furlo di Acqualagna, dove si esibirà, in esclusiva italiana, un musicista originario della Costa d’Avorio: Aly Keïta, spettacolare suonatore di balafon. Ospite del suo gruppo una delle più belle voci africane affermatesi negli ultimi tempi, Dobet Gnahorè.
Sorta di festival nel festival, anche la programmazione al “Pala J”(Porto di Fano) si preannuncia ricca di motivi di interesse. Da lunedì 25 a sabato 30 si potranno ascoltare il quartetto del chitarrista Walter Beltrami (con Francesco Bearzatti a sax tenore e clarinetto), i Fool Circle, gruppo che annovera il pregevole pianista Stefano Battaglia, l’inglese Portico Quartet, una delle più interessanti formazioni d’oltre Manica emerse negli ultimi anni. Ed ancora: il quartetto del trombettista Aldo Bassi, l’Organ Combo dello specialista dell’Hammond Vito Di Modugno (con il trombettista Fabio Morgera a nobilitarne la front line) e, infine, il trio del pianista marchigiano Emilio Marinelli.

www.marchejazznetwork.it

 

MUSICAMDO tel. 331.7985360
www.musicamdo.it

ANCONA JAZZ tel. 327.6844552
www.anconajazz.com

TAM tel. 338.4321643
www.tamfactory.net

FANO JAZZ NETWORK tel. 0721.803043
www.fanojazznetwork.it


Marche Jazz Network Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Referente stampa:
Andrea Piermattei, cell. 329/1238326

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy