Vecchia Salaria 2

"Nella perfida terra di Dio" alla Rinascita

ASCOLI PICENO: L'ISML di Ascoli Piceno, la libreria Rinascita e l'IIS "G.Mazzocchi-Umberto I" di Ascoli hanno organizzato l'evento culturale Tre autori, tre incontri, tre mafie.
Si tratta di un ciclo di incontri con tre importanti esperti del fenomeno mafioso.
ULTIMO APPUNTAMENTO
Il 27 marzo, alle 17 alla LIBRERIA RINASCITA, Omar Di Monopoli attraverso il suo libro Della perfida terra di Dio, parlerà ai presenti dei nuovi scenari delle mafie piccole e grandi del meridione. Coordinerà il terzo approfondimento la Dott.ssa Eleonora Tassoni di Rinascita.
L'organizzazione di tali eventi è stata possibile grazie alla fondamentale collaborazione dei tre enti del Capoluogo, da anni impegnati nella promozione di iniziative culturali di grande spessore su importanti temi della Storia moderna e del mondo contemporaneo, nonché grazie al contributo economico della Fainplast compound.
La partecipazione è aperta al pubblico e si rivolge in special modo agli studenti e ai docenti delle scuole del territorio. Per i partecipanti è previsto il rilascio di crediti formativi ai sensi della L 107/2015 per info Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..


tre autori rinascita27 MARZO ore 17.00
"NELLA PERFIDA TERRA DI DIO"

Da tempo, al nome di Omar Di Monopoli ne sono stati accostati alcuni altri di un certo peso: da Sam Peckinpah a Quentin Tarantino, da William Faulkner a Flannery O'Connor. Per le sue storie sono state create inedite categorie critiche: si è parlato di western pugliese, di verismo immaginifico, di neorealismo in versione splatter. Nonché, com’è ovvio, di noir mediterraneo. Questo nuovo romanzo conferma pienamente il talento dello scrittore salentino – e va oltre. Qui infatti, per raccontare una vicenda gremita di eventi e personaggi (un vecchio pescatore riciclatosi in profeta, santone e taumaturgo dopo una visione apocalittica, un malavitoso in cerca di vendetta, due ragazzini, i suoi figli, che odiano il padre perché convinti che sia stato lui a uccidere la madre, una badessa rapace votata soprattutto ad affari loschi, alcuni boss dediti al traffico di stupefacenti e di rifiuti tossici, due donne segnate da un destino tragico, e sullo sfondo un coro di paesani, di scagnozzi, di monache), Omar Di Monopoli ricorre a una lingua ancora più efficace, più densa e sinuosa che nei romanzi precedenti, riuscendo a congegnare con abilità fenomenale sequenze forti, grottesche e truculente in un magistrale impasto di dialetto e italiano letterario – sino a farla diventare, questa lingua, la vera protagonista del libro.

Il sito utilizza solo cookie tecnici e cookie di terze parti. Chiudendo il banner o continuando la navigazione, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori info, anche in ordine alla disattivazione, consulta l'informativa completa Consulta l'informativa